Accettazione

accettazione
Tempo di lettura: 1 minuto

Dobbiamo prima vederlo poi accettarlo e successivamente assecondarlo.

Ma che cosa ?

di non poter essere sempre al massimo ma di andare a corrente alternata cioè prima tanto poi poco o nulla, che non vuol dire “cazzeggio “completo dove la mente è comunque attiva ma attraverso la meditazione cercare di zittire la mente e fermare il corpo per dare voce al vero essere che siamo.

Solo attraverso questi stop forzati possiamo dare libero sfogo alla nostra creatività.

Non dobbiamo arrabbiarsi o tanto meno sentirsi in colpa con noi stessi se abbiamo bisogno di questi tempi di raccolta anche perché dopo stop bruschi di lavoro produciamo di più e in modo pressoché inconsapevole ma molto redditizio.

Ascolto

ascolto
Tempo di lettura: 1 minuto

Chiudi gli occhi.

Spegni l’interruttore verso il mondo esterno.

Da solo.

Abbandonati .

Non opporre resistenza alcuna .

Fatti cullare e avvolgere da tutto quello che emerge da dentro di te e a uno a uno lascia passare ogni cosa, ogni pensiero, idea, commento….

Lascia andare la mente fino a non avere più niente a cui porgere attenzione.

Poi ascolta con beatitudine quello che emerge e portalo sempre con te nelle attività quotidiane.

La felicità e l’assoluta certezza che qualcosa in te sia davvero permanente e infinitamente grande allora verrà fuori e non potrà che rallegrarti giorno dopo giorno.

Silenzio

silenzio
Tempo di lettura: 1 minuto

Silenzio come mezzo per poter conoscere davvero cosa siamo.

Accogliamolo come cosa gradita e ricercata perché attraverso di lui possiamo incominciare davvero a comprendere le sottili catene che ci impediscono di vedere quello che siamo nel profondo di noi.

Meditare

buddha
Tempo di lettura: 1 minuto

“Entrare in contatto con qualcosa.

Quel qualcosa sei tu!

Trovare pace in noi che risorsa immensa.

Avere a portata di mano una pratica così fruttuosa e non conoscerla ,non volerne usufruire è un peccato enorme e un danno arrecato all’umanità”.